nothing changes around here

barcaper dire come le cose non cambiano mai

marco rizzo, esponente al parlamento europeo del partito dei comunisti italiani, nei giorni scorsi ha raccolto delle prove per dimostrare che il voto al referendum sul protocollo del welfare è stato passibile di brogli: si tratta di un tema di importanza nevralgica, ne va del futuro di milioni di lavoratori, e rizzo cosa fa? va al parlamento europeo e denuncia tutto? gira il materiale a un suo collega del parlamento italiano, perché faccia lo stesso? si rivolge alla magistratura?
no
va a porta a porta, da vespa
in una puntata dedicata a tessere le lodi civiche e morali di mastella, tra l’altro
va be’

romano prodi, presidente del consiglio dei ministri, giudica la trasmissione annozero di santoro non concreta e non serena, riferendosi in particolare ad una puntata in cui veniva data voce ai magistrati sotto tiro da parte dei soliti politici ballerini, precisando tuttavia alla fine di non averla vista
il conduttore è costretto a spiegare le sue scelte editoriali di fronte alla commissione di vigilanza rai e a subire i richiami da parte del cda
marco travaglio, giornalista, autore di rubriche di rara intelligenza su varie riviste e anche nella trasmissione di santoro, e per questo motivo oggetto di numerose polemiche strumentali, è costretto a giustificarsi in un’intervista al corriere per il mestiere che fa
va be’

sono anche queste piccole cose che fanno la differenza, o meglio, non la fanno
certo, il capo del governo è spinto a queste uscite infelici dai continui ricatti di quell’amico di mafiosi che è diventato il nostro attuale ministro della giustizia, però cacchio, un po’ di buongusto
è stato il berlusca ad aprire certe strade, quelle del processo televisivo, dell’occupazione del palinsesto mediatico, della mortificazione di qualsiasi voce contraria, e l’attuale maggioranza non ha dimostrato alcuna intenzione di cambiare rotta
è inutile sbandierare ai quattro venti di aver rimesso santoro al suo posto, se poi appena diventa vagamente fastidioso lo si fa richiamare dai soliti bravi scagnozzi
è inutile sostenere di essere diversi, se poi si usano gli stessi metodi degli altri, manipolando i media e intimidendo i non allineati

che schifo

Annunci

8 thoughts on “nothing changes around here

  1. Per me è solo questione di comodità.
    Se vai in TV, o sui giornali fai in un giorno quello che in Parlamento ti porterebbe via settimane. E poi agli Italiani piace tanto guardare la TV: se lo dice la TV è vero.
    Cazzo.
    (Buon week-end: fai il bravo).
    Daniele

  2. Sapevo che prima o poi saresti arrivato a dire che Travaglio è un giornalista autore di «rubriche di rara intelligenza».
    Ma per me non è così (e ti ho aspettato con la pistola carica). Sai, è uno informato, per carità (ma c’è chi lo è più e meglio di lui: Giuseppe D’avanzo l’ha fatto arrossire su repubblica di domenica scorsa). È uno che confonde la verità storica con la verità giuridica, sempre.
    I giudici non hanno sempre ragione e non sono tutti buoni. De Magistris e la Forleo non sono Falcone e Borsellino: accostarli sensazionalisticamente – come ha fatto Santoro – è un pessimo servizio per l’informazione pubblica, e anche – scusatemi – alla memoria di F e B.

    Detto ciò, non è Berlusconi ad avere trasformato la tv nello spazio privilegiato della politica. Lui è quello che l’ha saputp usare meglio.

    Infine, non so se Mastella sia amico dei mafiosi, ma non è tutta colpa sua.

  3. nicolino, a me travaglio piace, punto
    non ho detto che è il miglior giornalista d’italia, né che qualunque cosa dica è vangelo: quello che ho detto è che è intelligente, e sono pronto a ribadirlo, così come sono pronto ad affermare che sono contento che esistano penne come la sua, che se non altro riesce ad andare sotto la superficie e a far riflettere il lettore
    (che poi io parlo parlo, ma alla fine la trasmissione di santoro non l’ho vista nemmeno io..)
    comunque hai ragione, il berlusca è quello che ha fatto dell’occupazione mediatica una religione: semplicemente speravo che non avesse convertito a questa fede proprio tutti tutti i politici di questo paese
    quanto a mastella, è cosa nota che abbia nominato capo dei giovani dell’udeur tale francesco campanella, già condannato per mafia, portavoce “istituzionale” del boss di villabate nino mandalà
    al suo matrimonio mastella fu addirittura testimone, insieme ad un altro “insospettabile”, l’attuale governatore della sicilia totò cuffaro
    dai un’occhiata qui
    ciao a tutti
    luca

  4. danielone, va bene la comodità, ma poi?
    a che serve fare scalpore su qualche palcoscenico se poi non la questione non si concretizza? è forse un problema di mancanza di coraggio, il doversi accontentare della sterile ribalta televisiva, oppure c’è fin da subito la consapevolezza di stare dicendo delle fesserie, e allora che bello prendere per i fondelli milioni di ingenui italiani?
    buon weekend a te
    luca

  5. Il mio commento era ironico, Luca. La scelta del mezzo televisivo è solamente una scorciatoia che presuppone senz’altro una mancanza di coerenza e di coraggio. Se il processo a due persone che hanno ammazzato 4 loro simili è una farsa mediatica, che altro ti puoi aspettare? La Politica, come il lavoro, è fatica, cultura, impegno, sacrificio. Da questi? Dai…

    Daniele

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...