evil

la socialisation
la zona dove abito è completamente sottosopra perché a un tiro di schioppo da casa mia sta soggiornando il giorgetto bush
e allora l’intero municipio è praticamente chiuso, blindato, off-limits, una terra di nessuno in cui avvicinarsi vuol dire essere interrogato, se non perquisito, se non addirittura inscatolato e spedito a guantanamo, mentre prepotenti mezzi corazzati scorrazzano giulivi per le vie eleganti e le piazze sgombre, inquietantissime sentinelle e tiratori scelti armati fino ai denti sorvegliano e vivisezionano tutto e tutti con lo zelo (e la simpatia) di un ausiliare del traffico, e una coppia di elicotteri amoreggia primaverile sopra il mio cranio
e dire che stasera avrei voluto studiare

durante le poche decine di ettometri che ho percorso oggi in motorino, nell’invidiabile tempo di qualche mezz’ora, ho avuto modo di constatare il raggiante buonumore dei miei concittadini, serenamente intrappolati nelle loro autovetture da comuni mortali (chi più e chi meno, vedi nota 1) (ma da quando in qua si mettono le note nei post di un blog? va be’), solennemente consapevoli del grande onore di questa visita prestigiosa, che celebravano con festosi colpi di clacson e qualche bestemmia di gioia
ve lo dico, se alle prossime elezioni americane potessero votare anche gli abitanti del municipio roma 2, mccain sarebbe spacciato

per fortuna che, pronto a srotolare il tappeto rosso di benvenuto per l’amico ammerregano, c’è il nostro amato presidente del consiglio, sempre sensibile agli umori della sua gente: ma non mi va di parlarne, se non altro per la depressione che mi prende quando realizzo che bush tempo sei/sette mesi ed è sparito, la sua carriera politica è conclusa, dopo otto anni e non so quante centinaia di migliaia di morti potrà finalmente tornare a tempo pieno a giocare con i suoi soldatini di cera (che sì, saranno meno divertenti di quelli veri, ma ti levano anche un sacco di noie collaterali), mentre il suo amicone brianzolo starà ancora qua, dopo quindici anni e non so quante centinaia di migliaia di palle, e non voglio sapere per quanto altro tempo ancora

è strana questa cosa che il giorgetto si sia sempre fatto ritrarre in pose da vero compagnone con il suo buffo, anziano collega nostrano, che per esempio nel resto d’europa viene considerato più o meno come lo considererebbe qualsiasi persona di buon senso: penso alla francia, e al fatto che quando il sindaco di parigi (credo, ma potrei sbagliarmi) ha osato affiancare sarkozy al berlusca, è subito scattata carlà a mettere in chiaro che il suo nicolà con quel silvio là non ha niente a che spartire
“forse i rialzi sotto le scarpe”, avrebbero potuto suggerirle
e invece negli states niente, bush potrebbe tranquillamente entrare nel nostro parlamento, mangiarsi qualche fetta di mortadella e picchiare uno dell’italia dei valori, senza che l’opinione pubblica a stelle e strisce ne venga minimamente influenzata: tant’è vero che, ho controllato, né sull’edizione on line del washington post né su quella del new york times compare un cenno alla visita del capo di stato americano in italia, probabilmente considerata più come un ultimo saluto agli amichetti piuttosto che un vero impegno diplomatico
(eh, andateglielo a spiegare a quelli in fila in macchina oggi su viale liegi, che hanno perso una mattinata perché bush voleva andare a salutare un amico..)

fatto sta che il dabliu è tra noi, oggi ha amabilmente cazzeggiato un po’ con il berlusca e domani andrà ginocchioni dal pontefice, il quale, coerentemente con la dottrina di cui è severo ambasciatore, sorvolerà sui crimini di guerra immondi di cui quest’ometto si è macchiato e per l’ennesima volta svenderà la sua immagine di moralizzatore al sordido mercato della politica internazionale
ma certo, è meglio usare il proprio potere contro le leggi dello stato italiano, piuttosto che come difensore della pace e dell’umanità
bleah, questa gente mi fa schifo

niente, in realtà sono acidino più che mai
è che sto studiando come un pazzo, sono settimane che non vivo un momento da ricordare, e questa mancanza di entusiasmo nei confronti dell’intero creato mi logora e sta diventando ogni giorno più insopportabile
statemi bene, vecchi miei, io sono un po’ arrivato

nota 1: oh tu, donna pariolina lussureggiante e tiratissima, plasticosa né più né meno delle molteplici carte di credito che addobbano il tuo portafogli, tu che non ti fai scrupoli di avvelenarmi con il tuo suv anche solo per portare il tuo cagnetto micragnoso (che fra l’altro è pettinato come te, ci hai fatto caso?) a fare il suo giretto al parco: che ti si possa tutt’a un tratto fulminare l’aria condizionata, e mentre i tuoi tre telefonini decidono improvvisamente di non funzionare più destinandoti all’impotenza vocale, e mentre tre piccoli rom ti circondano piazzando le loro piccole mani sulla tua carrozzeria costringendoti alla chiusura ermetica dei finestrini per evitare contaminazioni per te insopportabili, che tu possa schioppare di afa dentro la tua enorme antimacchina per ore e ore e ore e ore, di modo che si squagli anche il cellophan che ancora ti confeziona il cervello!!

ahhhh, ecco, ora sto meglio..

Annunci

9 thoughts on “evil

  1. In realtà un articoletto sul Washington Post io ieri l’ho letto, e mi è sembrato anche abbastanza acido nei confronti del “nostro” premier. Forse sono io che con l’inglese me la cavo ancora poco bene, ma dalla lettura ho ricevuto la sensazione di forte presa per il culo dell’amico Silvio, definito loquace e ‘borioso’ (se ho tradotto bene il termine swashbuckling). Leggetelo ché è divertente!

    Ciao,

    Gica

  2. @paoloborrello: se non altro potevamo evitare noi di dargli tutta questa importanza.. ciao
    @klochov: vero? una liberazione, quasi
    @ipocondriaca: troppo buona
    @nicola: sono curioso di sentire la tua discussione, allora
    (avvertimi, eh? non fare scherzi!!)
    @gica: e tu che ancora leggi quei giornalacci comunisti!! comunista!!
    comunque l’articoletto è davvero gustoso
    @ameya: mah, insomma..
    ciao a tutti
    luca

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...