intoxicated with the madness

vernazza
non sono ancora rientrato alla base, se vogliamo sto ancora un po’ fuori dal mondo, però ci tenevo a scrivere qualcosa

soprattutto dopo aver letto la notizia della coppia di turisti olandesi aggrediti a roma

violenza selvaggia e sconvolgente da parte di due pastori, per di più stranieri, per di più rumeni, per di più uno di loro clandestino

un qualsiasi direttore del tg2 ci sguazzerebbe, dentro una notizia del genere, ve’?

e invece no, non si può

perché a roma c’è johnny, e con johnny non si scherza

sto parlando del sindaco di roma alemanno, ribattezzato affettuosamente johnny per via della sua aria da sceriffo nano che tanto piace alle vecchiette

dicevo, johnny ha basato la sua candidatura sulla presunta indecente mancanza di sicurezza che affligge come un cancro i cittadini romani: mesi e mesi di proclami e manifestazioni su una roma in balìa del crimine, su una roma impresentabile agli occhi del mondo, su una roma impestata di stupri e violenza e pestaggi e accoltellamenti e ammazzatine a ogni angolo della strada

e johnny ha vinto, grazie a questa propaganda, ha vinto perché ha saputo convincere la gente della mancanza di sicurezza, ha iniettato in ognuno di noi la paura di tutto, e la paura fa vincere

c’è riuscito anche con l’aiuto di un paio di episodi macabri capitati proprio nel periodo della campagna elettorale, episodi che ricorderete tutti, e che l’ex neofascista ha cavalcato presentandoli urbi et orbi come simbolo della roma di questi ultimi anni

“tolleranza zero!”, farneticava johnny, e con lui tanti altri piccoli sceriffi sparsi per l’italia, spronati dal piccolo grande capo della combriccola, che stava applicando la stessa formula su scala nazionale

bene, il caso ha voluto che un nuovo episodio di schifosa violenza si verificasse nuovamente alle porte del campidoglio, un episodio che racchiude in sé tutti i parametri propagandistici che il candidato sindaco johnny in campagna elettorale urlava ai quattro venti per terrorizzare l’elettorato e imbarazzare l’avversario (che in effetti, diciamolo, era già imbarazzante di suo)

e ora che johnny è sindaco? come la mettiamo? dov’è finita la tolleranza zero?

quei turisti non dovevano stare lì, sono stati imprudenti”

come a dire: se la sono cercata

mica male, come risposta

assolutamente responsabile, per niente demagogico

la tolleranza zero non esiste, ragazzi

non solo si tratta di una fantasia perversa e inapplicabile (perché se davvero si sbattessero tutti in galera, quante galere dovremmo costruire? con quali soldi?) ma soprattutto è pura propaganda elettorale, pompata dai telegiornali e dagli altri media del piccolo grande capo, al solo scopo della vittoria alle politiche di questa primavera

e ora gli “zero-tolleranti” sono in imbarazzo perché non sanno che pesci pigliare: sanno benissimo di non essere in grado di produrre nessun serio cambiamento al nostro presente, si domandano se davvero vogliono provarci, e nel frattempo puntano alla “immaginazione” dei sindaci, come ha detto il ministro maroni

sindaci che infatti si stanno sbizzarrendo nell’inventarsi le loro originalissime “ordinanze creative” per ripristinare e mantenere ad ogni costo la sicurezza: si tratta di una serie di provvedimenti che altro non sono che punizioni e repressioni old-style nei confronti di categorie di persone sempre più indifese

(leggete qui e qui, se non ci credete, e meditate: badate bene che si tratta di firenze, capoluogo della toscana, culla del rinascimento e soprattutto giunta di centrosinistra)

noi cosa ci guadagniamo?

ci guadagnamo un numero imprecisato di nuovi individui muniti di revolver che girano per le nostre strade, in certi casi individui poco addestrati e poco familiari con l’utilizzo delle armi (vedi il caso dei vigili urbani), e d’altra parte una nuova nostra familiarità con i controlli e con le multe (che ovviamente si moltiplicheranno esponenzialmente, dopo che questo governo “federalista” ha deciso di eliminare l’ici)

e continueremo a coltivare la nostra ossessione per la sicurezza, foraggiati in questo dalla propaganda dei potenti, e continueremo ad avere paura ogni volta di cose nuove: rumeni, cinesi, musulmani…

esisterà un limite a tutto ciò?

sinistraaaa? dov’è la sinistraaaa?
ps: parlando di tg2, per puro caso ho avuto modo di seguirne quasi un’intera puntata serale qualche giorno fa e ho molto apprezzato due cose: la prima è che di fronte ad un attentato mafioso a catania, con tanto di pregiudicato morto ammazzato in pieno centro città, il giornalista ha catalogato la cosa come “attentato della criminalità organizzata”, evidentemente terrorizzato dalla possibilità di pronunciare in diretta la parola mafia; la seconda è che la notizia di settanta probabili morti nel canale sicilia, settanta disperati annegati con l’unica colpa di volere una vita migliore per sé e per i loro figli, relegata in fondo in fondo all’edizione del tg, ha guadagnato ben venti secondi di lettura da parte del presentatore, immediatamente prima del lancio di un servizio di svariati minuti sulla vita di un cucciolo di orso allevato non so dove

Annunci

9 thoughts on “intoxicated with the madness

  1. Diciamo che la strategia da mercato della paura(vedi Bonini-D’avanzo) funziona. Funziona finchè naturalmente qualcuno non drizza le antenne e,come fai tu, si chiede:”Ma che cazzo sta succedendo?”. La verità è che la politica è ormai uno sporco sport, nessuno si cura di noi e quindi a breve sarà anarchia totale.. E non parliamo di informazione.. figurati se seguono criteri “umani” per le notizie, quelli stanno legati mani e piedi… bisogna dar spazio alle cose meno scomode, c’amma fa….

  2. Non solo funziona, ma la gente continua ad avere sempre più paura e vede in questi personaggi la salvezza.
    Una specie di mito ” arrivano i nostri” tanto immortalato nei films western americani.
    Il problema sta tutto qui e nella sinistra che sembra dormire quasi fosse stata ipnotizzata da questi nuovi sceriffi dell’ultima ora.
    Un abbraccio e buona domenica

  3. Ma c’è un treno o qualcosa di simile per Marte?
    No, che prenoto…
    Che t’incazzi a fare, chèrie!
    Tanto il 10 Settembre accendono quella roba in Svizzera e finiamo tutti in un mare di m….
    🙂
    Dan

  4. @agamemnonstoke: verrò appena posso, grazie
    @alex321: uhuh, grazie 🙂
    @mobyfan: già.. però bisogna fare in modo di far alzare quante più antenne possibile
    @paoloborrello: non ne ho idea, mi viene da pensare che molti di quelli che hanno votato alemanno si sono bevuti i suoi discorsi in tv, e quindi probabilmente continueranno a vivere la realtà che li circonda filtrata attraverso la tv.. chi controlla la tv? ecco, appunto..
    @laura48: ci fosse una sinistra seria, un’opposizione intelligente, non saremmo a questo punto, ne sono più che certo
    un abbraccio a te
    @daniele: ah, messere, rido di voi e della vostra disdicevole ignoranza
    a parte il fatto che io dentro “quella roba in svizzera” ci sono pure stato questo inverno, e poi cacchio, finalmente qualcosa di cui possiamo andare tutti quanti fierissimi, qualcosa che può diventare l’orgoglio del secolo!
    gioisci, gnurànt! 🙂
    ciao a tutti
    luca

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...