bullets for your brain today, but we’ll forget it all again

raggi
che un ministro della repubblica, in occasione dell’anniversario della difesa di roma, possa dire nel suo discorso che i combattenti per mussolini e per la repubblica di salò fossero “a loro modo” combattenti per l’italia è uno dei segni più lampanti del fatto che il revisionismo non conosce limiti né vergogna, e che il profumo di cui parlava eco somiglia sempre più a un cattivo odore

è una bestemmia, quella del ministro la russa, i repubblichini erano fascisti che combatterono (fino all’ultimo) per il fascismo e per il nazismo, e contro la resistenza di centinaia di migliaia di patrioti, quella resistenza da cui poi sarebbe nata e sui cui valori e principi si sarebbe fondata l’italia

e che un sindaco di roma in visita a gerusalemme allo yad vashem, il memoriale di israele alle vittime dell’olocausto, possa dire che il fascismo non è il male assoluto, ma “un fenomeno complesso cui molti aderirono in buona fede”, è quanto di più inopportuno e offensivo e semplicemente “non antifascista” e insopportabilmente stupido potesse pronunciare, soprattutto in un’occasione solenne e significativa come quella

relativismo in tutto, ragazzi, ok, ma non quando si tratta di fare cinici giochi di parole per tentare di rivalutare un periodo tra i più neri della storia dell’umanità

non esiste un fascismo buono e uno cattivo, non esiste un duce grande e vincitore e un altro duce succube di hitler, esiste un unico fascismo e un unico duce, alleati del nazismo e autori di leggi razziali e complici della deportazione e della uccisione di milioni di innocenti

per fortuna che ci sono state delle reazioni importanti, da parte del presidente della repubblica e del leader del principale partito di opposizione, altrimenti ci sarei rimasto davvero male

ma è comunque significativo che nel duemilaotto ci sia ancora gente che cerca di riscrivere la storia, che “non se la sente” di condannare il fascismo, e che questa gente ricopra cariche così importanti all’interno della nostra repubblica

non può essere questo un argomento di discussione su cui ancora non si è arrivati a una conclusione, non si possono scatenare dispute o intavolare dibattiti o permettere ripensamenti su una questione che deve essere chiara e definitiva

Annunci

10 thoughts on “bullets for your brain today, but we’ll forget it all again

  1. Bravo Ignazzio. Ti debbo fare i complimenti pecché sei masculo senza peli sulla lincua, pure se tieni quella zazzera di barba.

    I carusi di Salò, dici, dal loro punto di vista combatterono per ddifendere la patria.

    Mi toglisti i penzieri di bocca: noialtri, quando passava Falcone colla machina e la scorta, dal nostro punto di vista stavamo facendo travagghi di manutenzione della autostrata.

  2. @alex: be’ noi staremo ancora qui a denunciarlo, allora, in attesa che chi di dovere faccia qualcosa di più concreto
    @bernardop: stessa mentalità vincente, hai ragione
    @nico: cosacosa? stai scherzando, vero? devo preoccuparmi? 😀
    ciao a tutti, e grazie
    luca

  3. Ciao! Concordo col tuo pensiero…è vergognoso, oltre che irrispettoso per le tante vittime…più che una giornata per ricordare è diventata una giornata per pubblicizzare l’evento…Dio mio…ma chi ci rappresenta???

  4. il paese di pulcinella purtroppo, eppure il tempo passo e non si rendono conto della realtà…meno male che c’è giorgio che li riporta all’ordine…fino a quando “nonno” giorgio napolitano ce la fa…

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...